Preservare la fertilità

Preservare la fertilità

Vetrificazione di gameti

Congelare gli ovuli prima dei 35 anni

Preservare la fertilità significa poter scegliere il momento giusto per diventare madre senza la pressione dell’orologio biologico. Oltre alle diverse cause sociali che possono portare a ritardare la maternità, la vetrificazione degli ovociti è consigliabile prima di sottomettersi a trattamenti medici aggressivi in cui i farmaci potrebbero influire sulla qualità degli ovociti o sul funzionamento delle ovaie.

Durante la fase riproduttiva di una donna, l’età compresa tra i 20 e i 25 anni è quella di massima fertilità, in cui è più probabile che si verifichi naturalmente una gravidanza sana. Dai 25 ai 30 anni la fertilità comincia a diminuire in modo contenuto e progressivo, ma è a partire dai 35 anni che una donna sperimenta una significativa diminuzione della sua capacità riproduttiva; oltre ad una diminuzione del numero di ovociti (riserva ovarica), essi sono di qualità inferiore. Dai 38 anni in poi, la riserva ovarica è generalmente bassa e l’ovulo può contenere alterazioni della propria struttura cellulare che possono sfociare in alterazioni cromosomiche.

Per questo motivo, noi di Equipo Juana Crespo insistiamo sul fatto che se una donna ha la certezza di voler essere madre, ma non sa quando sarà il momento giusto, deve vetrificare prima dei 35 anni, quando il trattamento ci permette di ottenere ovuli di qualità (cosa fondamentale) e, in generale, un buon numero di essi (che si traduce in maggiori opportunità).

Quando si consiglia di ricorrere alla vetrificazione?

La vetrificazione degli ovuli è una pratica a cui spesso ricorrono le donne che hanno in mente di diventare madri in futuro ma che, per il momento, devono rimandare la maternità, indipendentemente dalla causa.

In questo caso, la preservazione della fertilità della donna è un atto totalmente volontario.

Preservazione della fertilità per indicazione medica

La preservazione della fertilità può essere effettuata in alcuni casi su indicazione medica. In alcune situazioni, il trattamento può essere raccomandato per garantire il successo di una gravidanza in futuro. È il caso delle donne che rischiano di perdere la funzione ovarica.

Le donne a rischio di perdita della funzione ovarica sono quelle che, dopo aver ricevuto una diagnosi di cancro, inizieranno un trattamento basato sulla radioterapia o sulla chemioterapia.

Allo stesso modo, nel caso di trapianti di midollo osseo, endometriosi o altre malattie che richiedono la chemio, si raccomanda la vetrificazione degli ovuli.

Tecniche per la preservazione della fertilità

La tecnica che usiamo nel congelamento degli ovuli è la vetrificazione (ovuli ed embrioni) o il congelamento (sperma) con azoto.

Vetrificazione degli ovuli

Si tratta della crioconservazione di ovuli maturi -precedentemente stimolati- per il loro futuro utilizzo in un trattamento di procreazione assistita.

La vetrificazione degli ovuli dà un’alta garanzia di efficacia alle donne nel momento in cui decidono di diventare madri.

Congelamento dello sperma

Questo trattamento è destinato agli uomini e alla preservazione della loro fertilità. Il congelamento dello sperma comporta la crioconservazione degli spermatozoi per un periodo di tempo, senza che ciò supponga una perdita di qualità per il trattamento futuro.

A differenza di altre cliniche, abbiamo un laboratorio specializzato e differenziato di crioconservazione. Ogni paziente ha la propria posizione nel serbatoio e non condivide lo spazio con nessun altro, quindi i gameti sono protetti da una possibile contaminazione incrociata e perfettamente localizzabili.

Proceso

  • Diagnosi della risposta ovarica

    Diagnosi della risposta ovarica

  • Stimolazione ovarica

    Stimolazione ovarica

  • Punzione ovarica

    Punzione ovarica

  • Laboratorio

    Laboratorio

  • Mantenimento

    Mantenimento

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO
close slider

Nome:
E-mail:
Telefono:
Affari:

Ragione:

Ricevi risposta via: mailteléfono

Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Stella.

Ho letto e accetto il informativa sulla Privacy *