Bassa Riserva Ovarica

Stimolazioni personalizzate e adattate ai modelli ormonali di ciascuna paziente

Pianificare la fertilità

    Preferenza di tempo *:

    Cos’è la bassa risposta ovarica?

    Per risposta ovarica si intente il numero di ovociti maturi che si ottengono dopo un processo di stimolazione ovarica In generale, nonostante non esista un consenso tra le varie società scientifiche, i criteri di diagnosi di Bologna della ESHRE (European Society of Human Reproduction and Embryology) e firmati dalla SEF (Società Spagnola di Fertilità) stabiliscono che una donna ha una bassa riserva ovarica (BRO) quando si verificano almeno due delle seguenti circostanze o quando la risposta continua bassa nonostante due procedure di massima stimolazione.

    • Età materna ≥ 40 anni o qualsiasi altro fattore di rischio di BR (chirurgia, endometriosi, chemioterapia, avere una sola ovaia, ecc.)
    • Una bassa risposta ovarica in un ciclo precedente. Ovvero, aver ottenuto meno di tre ovociti dopo una stimolazione ovarica convenzionale.
    • Prova di riserva ovarica con risultati alterati che indicano una bassa riserva ovarica: conteggio di follicoli antrali uguale o inferiore a 5-7 o un valore dell’ormone antimulleriano in sangue inferiore a 5 – 1.1 ng/ml).

    Nella clinica Equipo Juana Crespo parliamo di bassa riserva ovarica quando il risultato ottenuto dell’ovaia dopo la stimolazione ovarica è inferiore a quanto ci si aspettava, sia a livello quantitativo che qualitativo degli ovociti. In questo senso, come specialisti in medicina riproduttiva per casi ad alta complessità, lavoriamo ogni stimolazione in modo controllato e personalizzato rispettando i criteri di quantità e qualità.

    Cos’è la bassa riserva ovarica?

     

    La bassa riserva ovarica è il numero o quantità di ovuli che contiene una donna nelle proprie ovaie.

    La donna nasca con un numero definiti di ovuli o riserva ovarica che si riduce progressivamente con ciascuna mestruazione. Il rapporto tra la riserva ovarica e l’età è determinante per ottenere una gravidanza.  Possiamo affermare che biologicamente, l’età migliore per avere un figlio è ai 20 anni. Dai 30 in poi, la fertilità femminile inizia a decrescere e dai 35 questa diminuzione è particolarmente accelerata. Ai 40 anni, le possibilità di gravidanza naturale sono del 5% in ogni ciclo.

    Cause della Bassa Risposta Ovarica

    La causa principale della bassa risposta ovarica è avere una riserva ovarica scarsa soprattutto per motivi di età, ma non è la unica. 

    • Età
    • Bassa Riserva Ovarica per motivi genetici
    • Donne con massa ovarica ridotta da chemioterapie, cisti ovariche, ecc.
    • Endometriosi
    • Cause genetiche
    • Stile di vita (fumo, alcol, alta esposizione a prodotti tossici, ecc.)

    Strategie di stimolazione personalizzata

    Sebbene una delle cause principali della riserva ovarica sia l’età, è vero che alcune donne nascono con un numero inferiore di ovociti o li perdono in modo accelerato per motivi esterni all’ovaia, ad esempio per interventi chirurgici, infezioni, endometriosi, autoimmunità, ecc.

    Ad ogni modo, la conseguenza è che l’età biologica non coincide con quella ovarica. Trovare una clinica di fertilità che sappia distinguere la natura della bassa riserva e stabilire il miglior approccio terapeutico, non sempre è facile.

    Equipo Juana Crespo lavora con i migliori specialisti per determinare la diagnosi più adeguata. In questo modo, sviluppiamo e applichiamo strategie di stimolazione personalizzate e uniche. Il nostro obiettivo consiste nel selezionare il ciclo ottimale che ci possa garantire i risultati migliori.

    In cosa consiste la strategia di stimolazione ovarica

    Stabiliamo una strategia di trattamento unica ed esclusiva per ciascuna paziente, adattata alle cause e circostanze personali. 

    Identificazione della causa

    Il primo passo della strategia è determinare la causa. Può essere dovuta a diversi fattori.

    L’età e la riserva ovarica sono fattori legati e inversamente proporzionali. Le donne nascono con un numero di ovuli geneticamente predeterminato e fisso che diminuisce durante la vita fertile in ogni ciclo mestruale. Il tasso di gravidanza si riduce quindi considerevolmente con l’aumento dell’età materna, come d’altronde la percentuale di successo della stimolazione ovarica nei trattamenti di riproduzione assistita.

    L’immunità è un sistema molto complesso di difesa dell’organismo dinnanzi a qualsiasi aggressione. In alcuni casi, l’immunità si altera e attacca l’ovaia come se fosse un organo estraneo e crea quindi anticorpi contro le gonadi femminili causando “invecchiamento ovarico precoce”.

    Si tratta di una malattia cronica e progressiva che colpisce il 10-15% delle donne in età fertile. Esiste un’associazione evidente tra endometriosi e infertilità, le cui cause sono multifattoriali e alterano il processo di fecondazione. Ad ogni modo, i trattamenti di stimolazione personalizzati pensano a tutti i meccanismi alterati dall’endometriosi e migliorano il numero e la qualità degli ovuli offrendo un miglioramento della situazione in generale grazie alla preparazione specifica tesa a ridurre l’infiammazione locale e sistemica.

    Altre cause meno frequenti di tipo genetico, metabolico, infettivo e persino ambientale che potrebbero essere associate alla diminuzione della riserva ovarica della donna.

    Una volta individuata la causa, possiamo stabilire una strategia che ci permetta di ottenere una gravidanza.

    Strategia e trattamento ad alta complessità.

    Siamo esperti in casi considerati impossibili e/o molto complessi. Basiamo le nostre tecniche sulla massima personalizzazione della diagnosi, del trattamento e della tecnologia.  Non importa se il caso è semplice o complesso, noi creiamo un piano d’azione e un trattamento medico elaborati esclusivamente per te e la tua cura.

    Procedure e protocolli unici per ciascuna paziente

    Per ottenere il risultato desiderato nelle donne affette da bassa risposta ovarica, Equipo Juana Crespo presta la massima attenzione alla diagnosi che ci permette di conoscere in profondità il caso della paziente.

    Seguiamo un protocollo personalizzato di stimolazione per decidere il momento idoneo per l’estrazione degli ovuli. La determinazione ormonale all’inizio del ciclo mestruale e l’ecografia dell’ovaia ci permette di individuare il modello che seguirà il ciclo e poter iniziare il trattamento solo se le condizioni sono ottimali.

    Non tutti gli embrioni sono uguali e Equipo Juana Crespo sa che ciascuno ha bisogno di cure specifiche nei mezzi di coltura.

    Assolutamente personalizzata e può essere effettuata in un ciclo naturale o assistito. La preparazione dell’endometrio è uno degli aspetti fondamentali per ottenere una gravidanza nei casi di bassa riserva ovarica. Consiste nel preparare l’endometrio della donna affinché lo spessore, l’apparenza, la vascolarizzazione e altri fattori siano adeguati all’annidamento dell’embrione.

    Trattamento per la bassa risposta ovarica

    La nostra strategia per affrontare la bassa risposta ovarica si basa su diversi trattamenti. A  seconda del caso, consigliamo una tecnica specifica: 

    Revitalize è una procedura medica creata da Equipo Juana Crespo che migliora la qualità degli ovuli e la funzionalità ovarica. È consigliato a donne con bassa riserva ovarica in quanto impulsa il transito dai follicoli primordiali (la riserva ovarica innata di ciascuna donna) ai follicoli antrali (suscettibili ad essere stimolati) e quindi contribuisce alla produzione di ovuli maturi.

    Consiste nel programmare vari cicli di stimolazione personalizzata per ottenere un numero di ovociti ottimale il cui risultato siano embrioni di eccellente qualità. Questi embrioni vengono vitrificati mentre si prepara l’endometrio per il trasferimento nell’utero materno.

    Con questa strategia la paziente si sottopone a varie stimolazioni ovariche, ma ad u solo trasferimento embrionale.

    Con questa procedura, e grazie alla vitrificazione, la paziente può ottenere embrioni sufficienti per un TGP (link) se lo dovessero consigliare i medici e persino una seconda gravidanza.

    Domande frequenti

    È possibile aumentare la riserva ovarica?2023-01-12T10:59:15+02:00

    No. Purtroppo la riserva ovarica di una donna non può aumentare. È possibile migliorare la risposta ovarica della donna grazie ai trattamenti di fertilità, ovvero stimolare le ovaie per ottenere un maggior numero di ovuli maturi in uno stesso ciclo mestruale.

    Posso rimanere incinta se soffro di bassa risposta ovarica?2023-01-12T10:59:34+02:00

    La bassa risposta ovarica non è sinonimo di infertilità. Il fatto che le probabilità diminuiscano non significa che sia impossibile restare incinta.

    La DGP serve a risolvere il problema della bassa risposta ovarica?2023-01-12T10:59:51+02:00

    La DGP è un test che serve a rilevare anomalie genetiche negli embrioni. Non risolve in modo diretto le condizioni che causano una bassa risposta ovarica.

    Quali sono le probabilità di gravidanza in caso di bassa riserva ovarica?2023-01-12T11:00:09+02:00

    Sebbene la riserva ovarica non sia un indicatore di fertilità determinante, può essere comunque legato alle probabilità di gravidanza di una donna: solitamente, quando la riserva ovarica è normale o alta, le possibilità di gravidanza naturale sono maggiori, mentre con una bassa riserva ovarica è più difficile ottenere una gravidanza naturale. Con una diagnosi di bassa riserva, è consigliabile programmare la fertilità.

    RICHIEDI UN APPUNTAMENTO
    close slider

      Nome:
      E-mail:
      Telefono:
      Affari:
      Ragione: Ricevi risposta via: mailteléfono Ho letto e accetto il informativa sulla Privacy *