Metodo ROPA

Metodo ROPA

Ricezione di ovuli dalla partner

Maternità condivisa con il metodo ROPA

Presso Equipo Juana Crespo, come nel resto dei casi, i protocolli del metodo ROPA sono altamente personalizzati. In questo modo, e per garantire sempre la massima possibilità di successo in gravidanza, effettuiamo un’esplorazione approfondita di entrambe le donne che compongono la coppia, consigliando, in base a criteri che portano al successo, quale donna dovrebbe essere stimolata e quale dovrebbe portare avanti la gravidanza.

Con il metodo ROPA una delle donne diventa madre gestante, sperimentando la gravidanza, mentre l’altra sarà madre biologica in quanto apporterà l’ovulo che verrà fecondato con lo sperma di un donatore.

Metodo ROPA: come si realizza

Presso Equipo Juana Crespo, come nel resto dei casi, i protocolli del metodo ROPA sono altamente personalizzati. In questo modo, e al fine di garantire sempre la massima possibilità di successo in gravidanza, effettuiamo un’esplorazione approfondita di entrambe le donne che compongono la coppia, consigliando, in base a criteri che portano al successo, quale donna dovrebbe essere stimolata e quale dovrebbe portare avanti la gravidanza.

Stabiliamo una strategia di ciclo basata sulle due donne della coppia e ne valutiamo la riserva ovarica, la qualità degli ovuli, le condizioni dell’utero e altri fattori, al fine di ottenere la maggiore possibilità di successo.

Alla fine del processo entrambe le donne saranno madri biologiche e parte fondamentale di questo modello familiare.

¿Quando si consiglia il metodo ROPA?

Un’estensione realizzata posteriormente nell’ambito della Ley sulla fecondazione assistita 14/2006, riconosce legalmente la filiazione per la donna della coppia che apporta l’ovulo e, pertanto, ai sensi di legge, viene riconosciuta la maternità ad entrambe le donne:

“Quando la donna è sposata, e non è legalmente o di fatto separata, con un’altra donna, quest’ultima potrà dichiarare davanti all’ufficiale di stato civile nel domicilio coniugale che acconsente alla determinazione della filiazione a suo favore una volta nato il figlio del coniuge”.

Il metodo ROPA, esattamente come il trattamento FIVET con ovuli propri è condizionato da:

-L’età e la riserva ovarica della donna che donerà l’ovulo

– Lo stato dell’utero della madre gestante

– Possibili precedenti di malattie genetiche

Nella prima visita eseguiamo una valutazione approfondita di entrambe le donne per definire una strategia di trattamento che porti i migliori risultati.

Oltre al metodo ROPA, le donne senza partner o con un partner non stabile possono affrontare la maternità da sole attraverso l’inseminazione artificiale o la fecondazione in vitro con sperma del donatore o anche attraverso l’embriodonazione.

Donatore di seme

Nel metodo ROPA l’ovulo di una delle due donne viene inseminato con seme di donatore. Come nel caso della maternità monoparentale, la donazione è totalmente anonima e riservata.

La scelta del donatore di sperma viene effettuata dallo specialista tenendo conto del fenotipo (razza, carnagione, colore e tipo di capelli, colore degli occhi, ecc.) e della compatibilità del gruppo sanguigno.

Per essere un donatore di sperma, l’uomo deve sottoporsi ad un esame medico approfondito che comprende le seguenti analisi:

  • Analisi del campione seminale (mobilità, morfologia, concentrazione, ecc.).
  • Esami del sangue e sierologie (HIV, epatite, ecc.).
  • Esplorazione fisica dettagliata.
  • Valutazione psicologica. 
  • Test di congelamento e scongelamento del campione.
  • Cariotipo.
  • Test del portatore.

Inoltre viene eseguito uno studio genetico del donatore noto come test del portatore. Questo test rileva le possibili alterazioni e/o mutazioni genetiche presenti nel donatore.

Affinché questo test genetico sia efficace, è necessario che anche la donna della coppia che si accinge a fornire l’ovulo sia sottoposta a questo test del portatore, poiché in questo modo potremo individuare e quindi impedire che il futuro bambino nasca con una delle oltre 300 malattie ereditarie che il test del portatore studia.

Con tutto questo, quando il campione di sperma arriva al laboratorio FIV della nostra clinica, possiamo garantire che sia totalmente ottimale e che soddisfi i più alti standard di sicurezza biologica e genetica.

¿Come avviene il proceso nel metodo ROPA?

  • Prima visita.
  • Selezione e assegnazione del donatore di seme.
  • Stimolazione della madre donatrice.
  • Preparazione e sincronizzazione endometriale della madre gestante.
  • Punzione della madre donatrice.
  • Laboratorio e colture di embrioni.
  • Trasferimento embrionario alla madre gestante.
  • Vetrificazione degli embrioni.
  • Test di gravidanza.
  • Consultazione dei risultati.

Processo

  • Studio della coppia

    Studio della coppia

  • Stimolazione ovarica della madre donatrice

    Stimolazione ovarica della madre donatrice

  • Punzione ovarica

    Punzione ovarica

  • Coltura e fecondazione con seme di donatore

    Coltura e fecondazione con seme di donatore

  • Trasferimento embrionario alla madre gestante

    Trasferimento embrionario alla madre gestante

SCOPRI DI PIÙ
close slider

Nome:
E-mail:
Telefono:
Affari:

Ragione:

Ricevi risposta via: mailteléfono

Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Albero.

Ho letto e accetto il informativa sulla Privacy *